Valeria Corso, mix di talento e tecnica

Valeria Corso 31 gen 2021

Valeria Corso è un autrice musicale siciliana, fin da piccola la musica le è entrata nel cuore aprendogli un mondo nuovo  in cui ci vive ancora e siamo certi non vorrà mai più abbandonare.

È stato difficile iniziare a fare la cantante ?

Non è stato facilissimo, ma sono stata molto fortunata ad avere dei genitori che hanno  sempre creduto in me. Grazie al loro supporto, ho conseguito la laurea al Berklee  College of Music di Boston nel Dicembre 2018. Nel corso dei miei studi, ho incontrato  tanta gente talentuosa che mi ha aperto diverse strade nel mondo della musica. Fare la  cantante richiede tanta dedizione, studio e passione. Se non hai questi tre requisiti ti  verrà molto difficile vivere in questo business.

Raccontaci un po' di te?

Inizierei col dire che sono una ragazza abbastanza esuberante, schietta, un po’ testarda  e con tanta voglia di imparare e lottare per ciò che mi rende felice. Sin da bambina la  musica, e specialmente il canto, mi ha aiutata tantissimo nel trovare conforto e nel  sentirmi libera di esprimermi senza filtri. Sono sempre stata affascinata dalla lingua  inglese e per questo ho fatto tante esperienze all'estero per interiorizzarne al meglio la  cultura.
A Settembre del 2015 intrapresi uno dei percorsi più belli della mia vita al  Berklee College of Music, laureandomi in Contemporary Writing and Production con Summa Cum Laude. Durante l’esperienza all'università ho lavorato come fonico da  palco per 3 anni, cantato su diversi palchi di Boston e dopo la laurea mi sono trasferita  a New York per lavorare come compositore ed ingegnere del suono per la Pulse Music.  
Dopo il COVID-19 ho dovuto abbandonare l'America e la mia vita per tornare in Italia,  ma non per questo mi sono fermata. Adesso lavoro come insegnante di canto privatamente, come demo singer per una casa discografica indipendente di Boston, come ingegnere del suono a distanza, registrando cantanti in remoto e occupandomi  anche del mix & master in post-production, e in più sto lavorando al mio nuovo EP.

Raggiungere un proprio stile e identità, quanto è importante per un musicista ?

Credo sia fondamentale. Ogni artista ha la sua impronta, il suo stile e un’immagine ben  precisa. Non è semplice raggiungere tale consapevolezza di sé stessi. Bisogna fare  tanti tentativi e guardarsi dentro per capire chi sei realmente. Il pubblico si accorge  subito se stai fingendo di essere qualcuno che non sei. Quindi, è sempre meglio essere  sé stessi e crearsi un’identità attorno alla propria persona.

Quali artisti hanno influenzato il tuo stile musicale ?

Nel corso degli anni, molti artisti hanno cambiato qualcosa in me. Quando ero piccola  ascoltavo Mozart e Ravel prima di andare a letto; durante il giorno ascoltavo Giorgia,  Elisa, Pino Daniele, Christina Aguilera e la meravigliosa Whitney Houston. Durante  l’adolescenza ho scoperto artisti come Jeff Buckley, Björk, Led Zeppelin, che mi hanno  portata ad entrare in una rock band. Iniziai a studiare canto jazz all’età di 14 anni  innamorandomi di artisti come Ella Fitzgerald, Nina Simone, Herbie Hancock e Chet  Baker, per nominarne alcuni.
Crescendo e viaggiando uno degli artisti che mi ha  segnato maggiormente è stato Bon Iver; un musicista a 360 gradi con l’abilità di  emozionare e rendere uniche le canzoni che canta. Ovviamente nella lista degli artisti  che attualmente mi influenzano c’è Dua Lipa, Sam Smith, Mabel, Jax Jones, KREAM,  Lido, Avicii, Tiësto, artisti che mi hanno fatta appassionare all’EDM pop e House music.
L’America mi ha anche fatta avvicinare ad artisti come Post Malone, Khalid, Lil Peep, Joji, XXXTENTACION e Yebba.

È più importante il testo o la musica, in una canzone ?

Entrambi sono vitali per il successo di un brano. La musica, e quindi la production di una canzone, crea l’atmosfera. Ogni suono dà una  vibrazione completamente diversa al nostro corpo. You set the mood from the  beginning of the song. Ovvero, prima ancora che la voce inizia a cantare e a “spiegare”  la canzone, la musica ti fa capire tramite la tonalità, tempo, e scelta di strumenti, se  essere felice, triste, nostalgico, etc.
Il testo, d’altro canto deve essere armonioso, interessante, accessibile a tutti e conciso.  Spiegare una storia in poche righe non è semplice. Ci vuole tanta esperienza, ricerca e  dote per poter scrivere un bel testo che non risulti banale.

Tra le tue esperienze e partecipazioni, quali ricordi con soddisfazione ?

Fortunatamente in questi 24 anni di vita sono riuscita a fare tante esperienze che mi  hanno fatta crescere molto, sia come persona che come musicista. Un’esperienza che  non posso dimenticare è stata la partecipazione ad un documentario di Josh Aronson,  intitolato “To Be Of Service”, con Bon Jovi. Conoscerlo in persona e avere avuto l’onore  di contribuire alla composizione della musica è stata un’emozione indescrivibile.  Durante i miei studi al Berklee, ho conosciuto e lavorato per artisti importantissimi come  Max Martin, Donna McElroy, Mogol, Ludovico Einaudi, Lido, Tash Sultana, e molti altri  artisti provenienti da tutto il mondo.
Una delle esperienze più belle che mi ha realmente segnata è stata condurre una chamber orchestra con un brano composto e arrangiato da me. Quando ci ripenso mi  vengono ancora i brividi e gli occhi lucidi, perché non avrei mai pensato di essere  capace di fare un qualcosa di simile. La musica è vita.
DOCUMENTARIO " TO BE OF SERVICE"

Con chi ti piacerebbe collaborare come internazionale ?

Sarebbe un sogno poter duettare con Sam Smith e lavorare con Diplo. Li stimo entrambi tantissimo e non esiste una loro canzone che non sia una hit song. Ovviamente Jax Jones e Tiësto sono nella mia wish list, come molti dei cantanti/producers sopra citati.

Cosa pensi della musica elettronica prenderà sempre più piede in futuro ?

Assolutamente sì. EDM, House, Techno, Trap e tutte le ramificazioni di esse sono dei  generi che già fanno parte delle nostre vite. La musica elettronica potrebbe risultare  banale, ripetitiva, specialmente la techno con i suoi mille loops. In realtà dietro ogni  suono c’è una ricerca infinita, una manipolazione del suono al dettaglio per far sì che  tutto segua il flow del brano.
Tutto ciò che risulta semplice alle nostre orecchie è frutto  di un lavoro enorme e soprattutto fatto bene che rende il prodotto finale talmente  perfetto da sembrare facile da replicare. Non bisogna mai sottovalutare un genere  rispetto a un altro, perché ogni stile ha le sue complicanze. Personalmente credo che la  musica elettronica continuerà ad evolversi regalandoci emozioni uniche.

Ci sono tanti ragazzi/e che sognano di diventare cantanti. Che consigli gli dai ?

Studiare, ascoltare tanta musica e tanti generi diversi, crederci sempre e lottare per ciò che si ama realmente. Fare il musicista non è il lavoro più retribuito al mondo, ma  regala emozioni che i soldi non possono mai darti. Ad oggi i social media sono fondamentali per noi artisti.
TikTok, per esempio, è una delle piattaforme più belle di  sempre. Usate qualsiasi mezzo a vostra disposizione per promuovervi, mettete la vostra musica su Spotify e bombardate la gente di vostri video. Prima o poi qualche A&R vi  troverà e vi farà una proposta per far parte di qualche etichetta. Oppure, andrete virali  su TikTok con un vostro brano et voilà, avrete raggiuto un pubblico che apprezza ciò che fate e vi supporta. Insomma, buttatevi senza paura di ricevere critiche. O bene o  male, l’importante è che se ne parli.

Segui Valeria anche su Tik Tok per contenuti e dirette speciali:

TikTok di Valeria Corso (@valeriasings) | Guarda gli ultimi video di Valeria Corso su TikTok
✨Valeria Corso✨IG: @valeria_corso

Quali obiettivi hai per il tuo futuro ? Hai in mente collaborazioni con altri cantanti o producer ?

In questo momento ho in lavorazione 5 brani per un nuovo EP, scritti insieme ad un mio  caro amico producer, Guivibo, che verranno pubblicati entro la fine del 2021. Ho tanti  progetti in mente e tanti sogni nel cassetto. Ciò che mi è permesso fare in questo periodo di pandemia è spingere con i social media, concentrarmi su me stessa e  condividere con il mondo le mie emozioni.
L’obiettivo principale è quello di trasferirmi  nel Nord Europa, possibilmente a Berlino, e tastare l’ambiente musicale, crearmi nuove  connections e collaborare con più artisti possibili. Conoscere nuove culture, immergermi  in nuove realtà e raccontare le mie avventure tramite la musica.

Per restare aggiornati sui rilasci di Valeria Corso:

Soundcloud

Youtube

Valeria Corso
Cantante - 23 Anni

Facebook

Valeria Corso Official
Valeria Corso Official, New York, New York. Gefällt 1.623 Mal. CANTANTEhttp://www.youtube.com/user/valeriacorso

Altri siti

Instagram

Valeria Corso – Italian singer songwriter, arranger, producer, composer, and sound engineer
SITO UFFICIALE

Usa la nostra Skill per restare aggiornato.

Tag

Great! You've successfully subscribed.
Great! Next, complete checkout for full access.
Welcome back! You've successfully signed in.
Success! Your account is fully activated, you now have access to all content.